Cremazione

Il ricorso alla cremazione, ovvero la riduzione in cenere del feretro, è ogni giorno più diffuso in Italia. Non tutti sanno però che per poter essere effettuata è necessaria un’espressione di volontà che può essere del defunto o dei familiari.

Espressione di volontà del defunto espressa tramite:

  • a) Testamento, nelle tre forme previste dalla legge:
    • olografo – scritto interamente e sottoscritto dal defunto
    • pubblico – redatto da un notaio
    • segreto – redatto e sottoscritto di proprio pugno dal testatore e poi custodito da un notaio
  • b) L’iscrizione ad un’associazione che abbia tra i propri fini statutari quello della cremazione effettuata dal defunto in vita

dei familiari

Quando il defunto non abbia espresso in vita una volontà in tal senso, sono i suoi familiari a poter richiederne la cremazione. I titolari del diritto sono il coniuge o, in mancanza, rispettando la linea di successione: parenti di primo grado, poi di secondo, ecc..
Dopo la cremazione, su scelta del defunto o della famiglia, le ceneri possono essere inumate, tumulate nel cimitero, conservate presso l’abitazione di un familiare o di un amico del defunto o, ancora, disperse nel rispetto della normativa vigente.
Tutte le pratiche relative alla richiesta e alle autorizzazioni necessarie saranno svolte dalla nostra agenzia, senza alcun aggravio a vostro carico.

Per qualsiasi informazione ulteriore, vi invitiamo a contattarci al numero telefonico o utilizzando il seguente modulo:

Contattaci tramite il seguente modulo:


TOP
NOLEGGIA SITO WEB